CIOCCOLATO

Sei triste? Mangia del cioccolato e ti sentirai meglio. Ma sarà davvero così?

E quand’è che sarebbe meglio evitare di mangiarlo?

ORIGINE

Il cioccolato è preparato a partire dal cacao ottenuto dai semi di Theobroma Cacao, i quali, oltre ai principali nutrienti, contengono anche piccole quote di caffeina.

VARIETA’

Esistono diverse varietà di cioccolato: quello da preferire è certamente il cioccolato fondente (almeno al 70%) che può essere davvero un amico prezioso per la salute.

COMPOSIZIONE

I principali composti a cui si attribuiscono le proprietà benefiche del cioccolato sono i flavonoidi (antiossidanti vegetali).

PROPRIETA’ BENEFICHE

Diversi studi dimostrano infatti che per la presenza dei #lavonoidi il cioccolato fondente è in grado di:

🍫Ridurre l’infiammazione con effetto positivo sulla pressione arteriosa e la salute dei vasi sanguigni

🍫Aumentare il colesterolo buono (HDL), che per una salute ottimale dovrebbe essere il più alto possibile

🍫Preservare la salute del cuore

Inoltre il consumo di cioccolato induce il rilascio di endorfine da parte del nostro corpo, che sono in grado di farci provare una sensazione di benessere 🥰

QUANTO E QUANDO?

Cioccolato nei momenti “no” quindi? Si, ma rigorosamente fondente (minimo 70%) e in quantità limitata! Nonostante abbia diverse proprietà, non dimentichiamoci che il cioccolato apporta un quantitativo significativo di calorie!

La giusta porzione quindi?

🍫20-28g al giorno (uno – due quadratini)

Evitalo quando hai mal di testa o fastidi allo stomaco (bruciore, reflusso) perchè pare peggiorare tali condizioni!

Lo sapevi?

In contrasto con l’idea comune dell’effetto del cioccolato sulla pelle, recenti studi dimostrano che i flavonoidi del cacao avrebbero un effetto protettivo sull’epidermide dai raggi UV! ☀️

Vuoi saperne di più?
Leggi anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *